Il 23 ottobre a Torino si terrà un convegno sul metodo Snoezelen, che usa stimolazione e rilassamento per entrare in contatto con persone con disabilità

“La persona al centro della relazione” è il titolo del convegno dedicato al metodo Snoezelen in programma venerdì 23 ottobre, dalle 8:30 alle 17. L’evento si terrà presso il Centro Congressi della Regione Piemonte (corso Stati Uniti 23, Torino).

L’evento, organizzato dalla Diaconia Valdese – Coordinamento Opere Valli – Uliveto, all’interno del progetto XSONE 2.0. Vanta il benestare della Regione Piemonte, che  infatti ospita il convegno all’interno di una delle sale del suo Centro Congressi, nonché il patrocinio del Comune di Torre Pellice e del Comune di Pinerolo e della ASL TO3.

Il programma

La giornata vede alternarsi esperti, professionisti e medici di settore in un confronto sull’approccio Snoezelen, accompagnato dalla presentazione di esperienze nazionali. Un approccio, quello Snoezelen, comparso in Italia nell’ultimo decennio.

E che solo negli ultimi anni è andato sviluppandosi e articolandosi, come già nel resto d’Europa. Il termine “Snoezelen” deriva da due verbi olandesi “doezelen” e “snuffelen” che esprimono stimolazione e rilassamento.

Il convegno ha inizio alle 8:30: la mattina è dedicata agli interventi di professionisti francesi, grazie ai quali lo Snoezelen è declinato ed analizzato sotto molteplici aspetti.

Nel pomeriggio, spazio a racconti di esperienze nazionali e momenti sperimentali

Ad aprire la seconda parte del convegno è l’Èquipe dell’Uliveto – Loretta Costantino, Alice Papandrea, Lara Gallian e Stephanie Boar – di Luserna San Giovanni (TO). Questi racconteranno come lo Snoezelen sia entrato a far parte della struttura.

A seguire, ci sarà la Casa dell’Anziano di Pinerolo – Cinzia La Monica e Lucia Lacanfora. E poi la Cooperativa Sociale Filo Continuo Onlus di Pescantina (VR) – Marco Sartori e Manuela Dalla Val –, con l’esperienza con persone disabili adulte nei centri diurni e residenziali.

Per partecipare al congresso

L’ingresso al convegno è libero ma è obbligatoria la prenotazione al numero 360.10.27.561. Il Convegno è in doppia lingua – francese/italiano e italiano/francese. È previsto il servizio di affitto gratuito cuffiette per la traduzione a fronte della consegna di un documento di riconoscimento.