La cantante e scrittrice Ethel Onnis si schiera con la natura e firma un documentario in musica dedicato al lupo e alla sua sopravvivenza

Ethel Onnis firma un documentario in musica a salvaguardia del lupoETHEL ONNIS è una donna che t’incanta. Con la sua voce e non solo. Alla professionalità e passione musicale unisce quella per la difesa e tutela del lupo. In particolare con il documentario “L’arte nell’essere Lupo”, nato nell’estate del 2010, quando il videomaker Stefano Polliotto ha filmato all’interno del parco dell’Orsiera Rocciavrè la vita di un branco di lupi, realizzando immagini straordinarie.

Ethel Onnis: cantante e animalista

Ethel Onnis vive e lavora a Porte. È cantante soprano, diplomata al Conservatorio “Vivaldi” di Alessandria in canto Rinascimentale e Barocco. Al suo attivo ha anche due libri: il primo, “Al di là di un sogno”, è uscito nel 2014. Freschissimo di stampa il secondo, “Il cerchio perfetto”, edito dalla pinerolese Puntoacapo.

L’arte nell’essere lupo: un documentario-concerto

L’ensemble “The book of keels”. Ethel Onnis, voce; Silvio Cortassa, percussioni; Michela Varda, pianoforte; Enrico Fuscà, violino; Marco Allora, flauto
L’ensemble “The book of keels”. Ethel Onnis, voce; Silvio Cortassa, percussioni; Michela Varda, pianoforte; Enrico Fuscà, violino; Marco Allora, flauto

L’evento documentario-concerto “L’Arte nell’essere lupo” (www.lartenellesserelupo.it) è un grido di denuncia per la salvaguardia degli ecosistemi, incluso il lupo. Un progetto che, attraverso la poesia della musica dal vivo e le immagini, denuncia i danni ambientali, dal bracconaggio alla cementificazione selvaggia, che ricadono inevitabilmente anche sull’uomo.

Il progetto si sviluppa su due ambiti: l’aspetto documentaristico e scientifico e quello divulgativo – culturale ed artistico, nella totale consapevolezza che alla base di una nuova politica di conservazione e protezione ci debba essere la conoscenza della specie.

A dare voce alle immagini l’ensemble “The book of keels”, fondato dalla stessa Ethel con l’intento di sperimentare e approfondire la musica antica e barocca, con particolare attenzioni al repertorio celtico ed irlandese. La formazione è poliedrica e si arricchisce di artisti specializzati nel repertorio. Nasce in principio come duo, arpa e voce, per espandersi successivamente ospitando al suo interno numerosi altri strumenti: violino, violoncello, percussione e pianoforte, nonché clavicembalo.

Come vederlo

“L’arte nell’essere lupo” è uno spettacolo itinerante che ha già avuto modo di essere presentato in numerose occasioni sia scientifiche, sia didattiche presso teatri e musei. Dalla duplice passione per il lupo e la musica è nato anche il CD “ Wolves Story”, realizzato con lo studio di produzione “Double Dominant”.

Il lavoro accomuna canti celtici alla trasposizione dell’essere anima e sostanza di uomo – donna e lupo contemporaneamente. Apprezzato a livello internazionale, è scaricabile anche su “I Tunes”. I progetti di Ethel – innamorata della natura e delle sue infinite sfumature di vita – sono finalizzati alla conoscenza e alla tutela del lupo, e sono stati realizzati in passato anche con la collaborazione e con il supporto logistico del WWF Pinerolese – Valle Varaita.

LODOVICO MARCHISIO