A pochi chilometri da Genova, c’è il Sentiero natura della Val Gargassa. Un suggestivo anello nel Parco regionale del Beigua, che offre uno splendido percorso per un’escursione

Sentiero natura della Val Gargassa. Ecco il percorso dell'escursione

Il gruppo escursionismo TAM (Tutela Ambiente Montano) del CAI-UGET di Torino e del CAI Sezione di Torino ha organizzato con gli accompagnatori della GEB (Beppe Borione (ASE), Daria Fava (ASE) un’uscita al Sentiero Natura della Val Gargassa. Ecco il percorso dell’escursione.

Il percorso

Il percorso offre angoli di incontaminata bellezza, tra placide pozze d’acqua, canyon e suggestive conformazioni rocciose (conglomerati oligocenici), in cui le azioni esogene hanno creato bizzarre figure.

Il sentiero si snoda ad anello partendo da un bosco di castagni, querce e noccioli. Poi esce in un ambiente roccioso più arido (pini e eriche), con pareti verticali bruno nerastre e rossastre, lungo il torrente Gargassa. Dopo due attraversamenti, si raggiungono le Case Veirera, 401 metri. Ormai abbandonate, sono testimonianza dello sfruttamento del luogo (quarzite) per la produzione del vetro, con il loro ampio prato.

Nel bosco

Digressione ad una fontana di acqua sulfurea. Poi il sentiero sale ripido nel bosco via via più rado con scorci panoramici sui canyon sottostanti, percorrendo il crinale sinistro della Val Gargassa, fino al colletto. Di qui si può raggiungere una modesta sommità. La discesa si effettua con un percorso a mezza costa fino alle Case Camilla e di qui al campo sportivo.

Una lieve pioggerella accompagnata da un forte vento ha reso ancora più adrenalinico il tratto servito da una corda fissa sotto la cima Giana (poco prima della sosta). Ma il maltempo è durato pochissimo perché un bel sole ci ha accompagnato poi per tutta la discesa.

Come raggiungere il sentiero

Diamo indicazioni per chi volesse raggiungere questa stupenda vallata interna e laterale nel gruppo del Monte Beigua. Si percorre l’autostrada Torino – Genova fino ad Ovada e poi per statale a Rossiglione, località Gargassino, 327 m. Qui ha inizio l’escursione ad anello: quota massima 565 m, dislivello 300 mt (saliscendi) – Tempo di percorrenza: 5 ore (soste incluse)

LODOVICO MARCHISIO